I sigari dominicani, presentazione e materiale impresso


Storia e caratteristiche:

Dal 1994, la Repubblica Dominicana si stá evolvendo piu' di Honduras e Cuba con rispetto alla fabbricazione e esportazione di sigari fatti a mano:
Ogni anno la Repubblica Dominicana produce piu di 6,000 milioni di sigari.

La maggioranza di questi sigari é fabbricata nella regione della valle del Cibao, e specialmente nella città di Santiago de los Caballeros; questa regione riunisce le migliori condizioni e i suoi coltivatori hanno una ampia conoscenza in materia.

I sigari Dominicani sono presenti nel mercado degli Stati Uniti e d' Europa, in forte competenza con i sigari cubani.

Le caratteristiche dei sigari dominicani in comparazione con i cubani: i sigari dominicani offrono una mescola di sapori vari e abbastanza leggeri, molto gradevoli al palato del principiante che ancora non ha l' abitudine di fumare sigari di grosso calibro.

Alcuni fumatori dicono che é piu' facile fumare un sigaro dominicano che uno cubano, perché il primo é piu arioso. Inoltre i sigari cubani presentano difetti di fabbricazione piu' marcati di quelli dominicani e hanno un sapore piu forte e meno particolareggiato.

I nostri sigari, totalmente fatti a mano:
Totalmente a mano: la fabbricazione é piu attenta, con tripa larga (vedi definizione) si utilzzano foglie intere e gli involucri esterni sono arrotolati con un macchina apposita.

Piccola comparazione di sapori:
Qui trova un riassunto generale dei sapori del tabacco e il fumo dei sigari classificati secondo la raccolta degli stessi.

Sapori vegetali: Molto presenti nell' aroma del tabacco e il fumo dei sigari di calibro medio o fino: i dominicani, i cubani leggeri (fieno recentemente tagliato), Manila, Java (fieno umido), con un tocco di eucalipto e alcune note floreali.

Il livello di umidificazione influisce molto in natura e permette assaporare gli aromi vegetali: nel sigaro troppo secco, il sapore ricorda la paglia e pure la carta; nel sigaro correttamente umido, il sapore é arricchito da un tocco floreale; nel nel sigaro troppo umido, risalta un sapore a fieno agrio e piccante.

Sapori con aromi a legno: Si assomigliano ai sapori vegetali, questi aromi offrono una presenza olfattiva piu' grande, varianti di succhi vegetali, resine, salvia e altre piante. Questi sapori si trovano nei tabacchi indigeni, chiamati “criollos” (tipici dominicani) e suoi derivati: “olor dominicano”, tabacchi tipici dell' Honduras, tabacchi cubani “Du Partido” e ugualmente nel “Vuelta Abajo” un poco rustico.

Sapori piccanti: il tabacco e i sigari prima di accenderli molte volte odorano a pepe. Il fumo dei sigari grossi cubani hanno un forte odore a pepe, mescolato molte volte all' aroma del pepe verde e la noce moscata. In questo senso i sigari dell' Honduras si assomigliano molto a quelli de La Habana, mentre nei sigari dominicani l' aroma a pepe si mescola molto frequentemente con tocchi di dolce sapore a miele

Sapori con aroma a animali: Tutti i sapori a aromi di animali nei sigari sono risultato dei sottoprodotti a base de ammonio creati per la fermentazione. Se la fermentazione é incompleta l' ammonio sale al naso; in ogni modo, i tocchi leggeri di ammonio ricordano gli odori del campo, di agnello o cerbiatto. Questi sapori sono molto presenti negli stupendi Habaneros e prevalgono nei sigari classici del Nicaragua e nei rustici Cubani, molte volte congiuntamente a odori a a naftalina e iodio. Certi sigari raffinati soprattutto i cubani non molto forti, sorprendono con gradevoli aromi a pelle selvaggia.

Sapori zuccherati e tostati: Questi sapori provengono dai glucidi della pianta, i quali, secondo il livello della pirolisi, danno tocchi di miele (a volte zuccherati e troppo dolci), con sapori lattosi e una gran gamma di aromi che va dai caramelli fino ai sapori tostati. I sigari dominicani odorano a una varietà di speci, con tocchi di vaniglia e sapori lattosi, mentre i rustici de La Habana ricordano il pane tostato e la cicoria. I sigari dell' Honduras hanno un sapore carbonizzato, quelli della Giamaica hanno un sapore lattoso, e i brasilegni odorano a caramello e cacao.

Sapore a humus: Gli odori della terra dove si coltiva il tabacco le danno questo aroma terroso, sempre un po' rustico, pero' molto gradevole. I sigari dominicani nei queli prevale “Olor Dominicano” hanno un odore caratteristico del fieno recentemente tagliato. I cubani rustici hanno sapori terrosi piu' forti i sigari dell' Honduras molte volte hanno pure questo sapore a terra che si sente mano a mano che il sigaro si secca, pero' questo succede in tutti i sigari.

Dalla città di Santiago de los Caballeros fino alla tabaccheria
Al viaggiare per la valle del Cibao, in la Repubblica Dominicana, in direzione nordest, voi arriverete nella valle del Cibao. Ubicata tra varie piccole cordigliere, la città di Santiago de los Caballeros, simpatica e piena di vita, cresce a un ritmo tipicamente latino. Nei dintorni si trovano tutte le industrie, e tra quelle la industria del tabacco. Se lei segue il suo cammino, arriva alle piantagioni di tabacco, ai lati della cordigliera, con le sue piccole casupole per seccare il tabacco.

La Città di Santiago


Il campo di Santiago


" La Tabaqueria "



Tel : + 1 829 954 96 56
E-mail : infos@cigars1.biz
Paco Blanco